sabato 18 ottobre 2014

Recensione "L'Estate dei Segreti Perduti", di Emily Lockhart

Buongiorno a tutti, lettori!
Uno dei miei obiettivi per il BLP è quello di scrivere (e pubblicare) tutte le recensioni che ho in arretrato. E quindi oggi, giorno di pausa delle attività, eccomi qui con la prima. Incredibilmente è più breve del solito, perché su questo romanzo non voglio dire troppo; se non lo avete letto, dovrete scoprire tutto da soli!

Titolo: L'Estate dei Segreti Perduti
Titolo originale: We Were Liars
Autore: Emily Lockhart
Data di uscita: 24 giugno 2014
Editore: De Agostini
Prezzo: € 14,90 (copertina rigida); € 5,99 (ebook)
Pagine: 312
Trama: Benvenuti nella bellissima famiglia Sinclair. Nessuno di noi è un criminale. Nessuno di noi è un depresso. Nessuno di noi è un fallito. I Sinclair sono alti, affascinanti, sportivi. Siamo una ricca famiglia di democratici. Abbiamo sorrisi aperti, il mento quadrato e un formidabile servizio a tennis. Non importa se i divorzi hanno distrutto i nostri cuori a tal punto da sentirli battere a fatica. Non importa se i soldi depositati nei fondi fiduciari si stanno esaurendo, se gli estratti conto delle carte di credito restano da pagare sul tavolo della cucina. Non importa se i flaconi di pillole si ammassano sul comodino. E non importa nemmeno se uno di noi è disperatamente innamorato. Così innamorato da dover ricorrere a soluzioni altrettanto disperate. Noi siamo i Sinclair. Nessuno di noi ha bisogno d’aiuto. Nessuno di noi ha torto. Viviamo, almeno durante i mesi estivi, su un’isola privata al largo della costa del Massachusetts. E forse questo è tutto ciò che dovete sapere su di noi.




Fai ciò di cui hai paura.

We were Liars, recita il titolo originale di questo romanzo. Eravamo Bugiardi.
Non potrebbe esserci titolo più azzeccato e calzante di questo. Perché, in effetti, questo romanzo è una grande bugia. Una menzogna, una falsità, una costruzione.
È un libro che, pur nella sua dimensione di Contemporary, decide di sfidare le leggi di natura e avventurarsi nel paranormale. Soltanto un accenno, velato anche, ma sufficiente ad intrigare e catturare in maniera irreversibile.

Della trama non svelerò nulla, perché basta quella che potete leggere qui sopra.
C'è una ragazza che non ricorda. Un incidente di cui nessuno vuole parlare. Un amore potente, ma tenuto nascosto.
Ci sono tanti elementi, tanti personaggi, e ho apprezzato moltissimo la capacità dell'autrice di amalgamarli tutti insieme alla perfezione, creando attorno alla storia un'aura di mistero non angosciante, ma pienamente coinvolgente.

«In questo momento l'universo mi sembra talmente immenso che ho bisogno di qualcosa a cui aggrapparmi.»

Questo romanzo è colmo di inquietudine.
Fantasmi del passato giocano a nascondino nella mente della protagonista, i ricordi sono laceri e frantumati, la passione è travolgente e la distruzione è assicurata.
Il fiato è corto, il respiro viene a mancare.
Perché tutte le sensazioni, il puzzle della memoria che prende forma a poco a poco, personaggi e voci che entrano ed escono, tutto batte al ritmo di un cuore prima lento, poi impazzito.

All'inizio ci troviamo di fronte ad un passato deforme, a flashback privi di messa a fuoco, poi le pagine scorrono e la focalizzazione si fa più chiara, cominciano ad intravedersi i contorni e i colori, i suoni, le grida strazianti, il cuore che sanguina, tutto si fa estremamente vivido.

Sono rimasta incantata dallo stile dell'autrice, diretto, evocativo, brutale. Frasi brevi, periodi perlopiù privi di subordinate, una semplicità che asfissia e schiaccia. Il che è esattamente ciò che si propone di fare questo romanzo.

Questa è la nostra isola. In un certo senso, qui resteremo giovani per sempre.

flirex:

“We are liars. We are beautiful and privileged. We are cracked and broken.”
Fino alla fine, credevo di non essermi affezionata particolarmente ai personaggi, che fosse ancora troppo presto per tifare o stare male per loro.
Ma leggendo le ultime pagine, senza che nemmeno me ne fossi resa conto, ecco che all'improvviso mi sono ritrovata le guance bagnate di lacrime. Non ero semplicemente commossa, piangevo. E non mi capita spesso.

Ci sono alcune storie che ti restano dentro, anche dopo aver terminato la lettura. Alcune storie a cui semplicemente non riesci a smettere di pensare, storie che ti gonfiano il cuore, o che te lo fanno sprofondare.
We Were Liars, statene certi, farà entrambe le cose.


Il Mio Voto: 4 stelline
 
Il viaggio oscuro affascinante all'interno della mente e della memoria di una ragazza ferita e sconvolta. Tra sole e mare, sabbia e falò, vetri rotti e sogni infranti, l'estate dei Sinclair vi perseguiterà per molto tempo.

****

Di solito non sono proprio capace di abbinare canzoni ai libri, ma questo romanzo me ne ha fatto venire in mente due, sia per il testo, sia per la musica in sè. Vi lascio i video con le parole, se vi va di dare un'occhiata. :)


Never Let Me Go - Florence & The Machine

 

Be Still - The Fray



Fatemi sapere cosa ne pensate del libro, se lo avete letto o pensate di farlo! E ditemi se conoscevate le due canzoni e se vi sembrano adatte :)
A presto!

20 commenti:

  1. Che bella recensione <3
    Mi trovo d'accordo con tutto quello che hai scritto.
    E' stata una lettura davvero particolare e suggestiva, che mi ha suscitato un miscuglio di emozioni diverse.

    ps Ottime anche le scelte musicali ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Claudia ♥
      Anche io sono stata investita da un sacco di emozioni differenti, non me lo aspettavo proprio :)

      Elimina
  2. Questo libro è in wishlist e la tua recensione mi ha tolto ogni dubbio.. lo leggerò presto!
    Never let me go è bellissima *-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Elisabetta! ^-^
      Vero la canzone è stupenda *-*

      Elimina
  3. Adoro Florence & The Machine, in particolare quella canzone, mamma mia *o*
    Bella recensione, devo leggerlo questo libro, sono troppo curiosa!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Rosa ^.^
      Anche io amo questa canzone!! *O*

      Elimina
  4. Questo libro è nella mia wl praticamente da quando è uscito e, recensione dopo recensione, cresce la mia voglia di leggerlo :) Spero proprio di riuscire a recuperarlo presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Di sicuro è un libro molto particolare, e forse è proprio per questo che ad alcuni non è piaciuto. In ogni caso io te lo consiglio :)

      Elimina
  5. La recensione è molto bella tanto che mi chiedo se ho letto lo stesso romanzo... a me non è piaciuto per niente. O meglio odiando Cady (e le sue lamentele) e non apprezzando più di tanto lo stile dell'autrice la lettura è risultata compromessa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Capisco quello che vuoi dire su Cady, anche se alla fine io non l'ho odiata, del resto un po' la capivo (a parte in alcuni momenti che invece proprio non mi andava giù), mentre per lo stile io l'ho apprezzato moltissimo, anche se almeno all'inizio ho faticato ad abituarmici :)

      Elimina
  6. Bellissima recensione Giada! ^^
    Sin dal primo parere positivo che ho letto di questo libro, ne sono stata subito incuriosita. Ora devo necessariamente averlo tra le mie manine!
    Never Let Me Go è meravigliosa, una delle mie preferite <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Valentina! ♥
      Leggilo, penso che potrebbe piacerti! :)
      Anche io amo Never let me go *-*

      Elimina
  7. Questo è uno di quei libri che avrei sempre voluto prendere questa estate, ma che per una cosa o per un'altra si è fatto precedere da altri libri. Dopo questa tua recensione molto bella ora però mi è tornata la voglia di leggerlo :D Nei prossimi giorni farò partire un altro ordine quindi stavolta vedrò di prenderlo ;)
    La canzone dei The Fray è stupenda =)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bene, Valy! Sarà un ordine decisamente gustoso allora :P
      Spero ti piacerà :)
      Amo i The Fray *-*

      Elimina
  8. Che bella recensione ♥ A me è piaciuto un sacco! Non mi immaginavo una storia così intensa! E sì.... il titolo originale non si può non citare! ♥

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Francy! ♥
      Nemmeno io la immaginavo così intensa e particolare la storia, e adoro il titolo originale, è perfetto! *-*

      Elimina
  9. Sono d'accordo con te! Ho letto il libro tutto d'un fiato e in poche ore mi sono ritrovata alla fine con le lacrime agli occhi per dei personaggi che ho odiato per buona parte del libro! Non perché non mi piacessero, ma perché non riuscivo a comprendere i loro comportamenti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io non ho odiato i personaggi, ma non li ho nemmeno amati. Nemmeno io riuscivo a comprenderli spesso, ma alla fine è chiaro il motivo. Tutto si spiega dopo, tutto va al suo posto, anche se restano le lacrime...
      Però il libro mi è proprio piaciuto :)

      Elimina
  10. Quattro stelline, wow!
    Questo romanzo mi ispirava già un sacco e avevo già letto moltissime recensioni positive ancora prima che venisse pubblicato in Italia, quindi credo proprio che dovrò leggerlo anch'io!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Leggilo Annie :) Io l'ho trovato molto particolare e intenso, e ho adorato lo stile dell'autrice, che è davvero unico *-*

      Elimina

Vi va di lasciarmi un commento? Sono sempre curiosa di sapere cosa pensate, e sarò super felice di rispondervi! ❤